La missione delle commissioni etiche durante la pandemia COVID-19

06.05.2020

L’associazione europea delle commissioni etiche della ricerca (European Network of Research Ethics Committees, EUREC), di cui fa parte swissethics, ha pubblicato una presa di posizione  sulla responsabilità delle commissioni etiche per la ricerca durante la pandemia COVID-19.

EUREC ribadisce e ricorda a tutte le parti interessate (ricercatori, istituzioni, promotori, ...) che la missione delle commissioni etiche è la tutela della dignità, dei diritti, della sicurezza e del benessere delle persone che partecipano alla ricerca medica, e che ciò vale anche nel contesto dell'attuale pandemia.

La pressione attualmente esercitata sulla ricerca medica non deve portare ad una ricerca o sperimentazione di medicamenti sull’essere umano senza rispetto degli standard etici e della legislazione vigente in materia di ricerca sull’essere umano. Una procedura accelerata non può essere perseguita a scapito di tali standard etici o in deroga alla legge.

Si ricorda pertanto che l'attuale pandemia COVID-19 non modifica l'applicazione della legge federale concernente la ricerca sull'essere umano (LRUm) e in particolare dell’articolo 34 (eccezione: senza il consenso del paziente). Le condizioni stabilite in questo articolo devono continuare ad essere soddisfatte per garantire la protezione delle persone che partecipano alla ricerca. Se le commissioni etiche ritengono che le tre condizioni stabilite dall'articolo 34 LRUm non sono soddisfatte, le commissioni etiche non concederanno l'autorizzazione ai sensi del suddetto articolo.